Antichi templi egizi

29 Jan 2024, 09:01

Tempio di Abydos

Abydoss è emerso come un importante tesoro archeologico in Egitto. Ospita il cimitero reale di epoca pre-dinastica, che ha svelato intriganti collegamenti con la Sumeria. Inoltre, ospita l'Osireion, una misteriosa camera sotterranea collegata al Nilo, costruita con massicci blocchi. Lo stile architettonico di questi blocchi è paragonabile solo al tempio della Valle di Giza. Successivamente, su questo sito fu costruito il tempio di Seti I della sesta dinastia, che senza dubbio risale ad un periodo precedente. Dove si trova il Tempio di Abydos e come arrivarci ? Il Tempio di Abydos è situato nella città di Abydos, che un tempo era un'importante città sacra e una necropoli per i primi reali egiziani. Abydos era anche un centro di pellegrinaggio per adorare Osiride, il dio dell'aldilà, che si pensava fosse sepolto lì. Per raggiungere Abydos da Luxor, puoi prendere un'auto privata o un taxi, che impiegherà circa due ore e mezza. In alternativa, puoi partecipare a una visita guidata che include trasporto e biglietti d'ingresso con Sun Pyramids Tours. Contattateci per maggiori informazioni. Puoi anche combinare la tua visita ad Abydos con un altro tempio vicino, come Dendera o Karnak . Il Tempio di Seti I (1.307-1.291 a.C.) (La casa di milioni di anni) Si ritiene che sia stata costruita verso la fine del regno di Seti. Seti I , il secondo re della XIX dinastia, era figlio di Ramesse I e della regina Sitre. Si riconciliò con gli Ittiti, che stavano diventando lo stato più potente della regione. Seti I e il suo erede, Ramesse II, fecero una campagna contro Kadesh. A Karnak completò il progetto di suo padre trasformando la corte tra la seconda e la terza torre in una vasta sala ipostila. Costruì il suo vasto complesso funerario ad Abydos. La rinomata struttura che si trova oggi viene spesso definita il Grande Tempio di Abydos . I rilievi in alto di questo splendido Tempio sono tra i più belli di tutto l'Egitto. Questo tempio vanta un design unico, che ricorda una "L" rovesciata. Ospita anche gli elenchi più completi di re e dei. Il Tempio ospita sette santuari dedicati a 7 dei: Osiride, Iside, Horus, Amon Ra, Ra HorAkhty, Ptah e Seti I come re divinizzato. In questo tempio si possono trovare i rilievi dipinti e i testi meglio conservati della XVIII dinastia. Furono costruite sette cappelle per il culto del faraone e delle divinità primarie. Sul retro del Tempio c'è una struttura misteriosa conosciuta come L'Osirion, ritenuta associata al culto di Osiride, e probabilmente da quelle camere si estendeva il grande Ipogeo per la celebrazione dei misteri di Osiride, costruito da Merenptah. Il Tempio di Seti I sta guadagnando reputazione anche per le sue incisioni uniche scoperte su una delle travi del soffitto. Queste incisioni hanno suscitato notevole interesse in passato a causa della loro sorprendente somiglianza con i veicoli contemporanei. Tuttavia, è stato proposto che potrebbero essere il risultato di geroglifici sovrapposti, che, nonostante la loro rarità, sembrano plausibili esaminando il resto della trave. La costruzione del Tempio di Seti I avvenne molto più tardi rispetto all'Osireion: si ritiene che Seti I sia stato guidato a costruire in questo sito e che abbia modificato la direzione del tempio dopo aver scoperto l'Osireion. Tuttavia, l'allineamento dei due templi suggerisce che probabilmente fosse a conoscenza dell'esistenza dell'Osireion quando iniziò la costruzione del suo tempio. L'Osireion (Pozzo di Strabone, La Fontana di Abydoss) Quando Seti-I iniziò la ricerca di un sito per il suo Tempio, fu guidato in un punto a nord di Luxor, lungo la curva del fiume Nilo. Qui iniziò a scavare le fondamenta del suo Tempio. Durante questo processo, si imbatté nell'Osireion, l'antico tempio di Osiride. Se fosse a conoscenza dell'esistenza dell'Osireion rimane un mistero, ma dopo aver incontrato questo antico tempio sul percorso del suo nuovo tempio, ha reindirizzato il suo nuovo tempio a sinistra. Questo tempio è l'unico in Egitto che gira a "L". La struttura presenta notevoli differenze architettoniche rispetto al tempio sovrastante e si presume sia notevolmente più antica. Presenta molte somiglianze con il "Tempio della Valle" di Giza, anch'esso riconosciuto come un edificio della prima dinastia. A questo proposito può essere interessante notare che il tempio Osireion è consacrato a Osiride, mentre il "tempio della valle" a Giza è collegato a Iside. Al momento non abbiamo alcun indizio sulla data di costruzione. Tuttavia, il disegno, la grandezza dei materiali e la totale mancanza di ornamenti suggeriscono un'origine molto antica. Fino ad ora, il cosiddetto tempio della Sfinge a Giza è sempre stato considerato una delle strutture più antiche dell'Egitto. È contemporaneo alla piramide di Chefren... Data la sua composizione simile ma materiali molto più grandi, il bacino idrico di Abydos presenta un carattere ancora più arcaico, e non sarebbe sorprendente se questa risultasse essere la struttura più antica dell'Egitto. Chi era Dorothy Eady (Omm Sety) e quale era il suo legame con il Tempio di Abydos? Una delle storie più affascinanti sul Tempio di Abydos è quella di Dorothy Eady (1904 – 1981), riconosciuta anche come Omm Sety o Om Seti, che era una custode britannica di antichità e una folclorista. Ha servito come guardiana del Tempio di Abydos di Seti I e ha lavorato come disegnatrice per il Dipartimento delle Antichità Egizie. Ha guadagnato fama per la sua convinzione di essere stata una sacerdotessa nell'antico Egitto in una vita passata e per le sue approfondite ricerche storiche condotte ad Abydos. La sua vita e i suoi contributi sono stati al centro di numerosi articoli, documentari televisivi e lavori biografici. Secondo John A. Wilson, il defunto capo dell’Oriental Institute e considerato dai suoi colleghi il “decano dell’egittologia americana”, credeva che Omm Sety meritasse il riconoscimento come “uno studioso responsabile”. È stata una risorsa per gli studi contemporanei che mirano a comprendere come le antiche usanze religiose tradizionali siano sopravvissute fino ai giorni nostri, manifestandosi come “costumi popolari” osservati dai moderni copti e musulmani egiziani. A differenza di altri che professavano di essere entità reincarnate dell'antico Egitto, le fu accordato rispetto da parte degli egittologi. Anche se nessuno ha sostenuto pubblicamente i fenomeni da lei descritti, nessuno ha messo in dubbio la sua onestà e molti hanno utilizzato le sue intuizioni sull’Egitto passato e presente come fonte credibile. Tempio di Ramesse II Il vicino tempio di Ramesse II, sebbene più piccolo e dal design più semplice, vantava una notevole serie storica di scene all'esterno che celebravano le sue imprese, con le parti inferiori ancora intatte. L'esterno del tempio era adornato con raffigurazioni della battaglia di Kadesh. Un tempo qui si trovava un elenco di faraoni, simile a quello di Seti I; tuttavia, i frammenti furono acquistati dal console francese e venduti al British Museum. Le prime due righe dell'elenco riportano i nomi dei re, mentre la terza riga ripete il nome del trono di Ramesse II. Quali sono gli orari di apertura del Tempio di Abydos Gli orari di apertura del Tempio di Abydos sono: Tutti i giorni dalle 7:00 alle 18:00 Perché prenotare con Sun Pyramids Tours 1) Competenza ed esperienza: Sun Pyramids Tours vanta 53 anni di esperienza nel settore dei viaggi e del turismo. 2) Itinerari personalizzati: Sun Pyramids Tours offre itinerari su misura per soddisfare le vostre preferenze. Che tu sia interessato a siti storici, immersione culturale o attività avventurose, possiamo progettare un tour che corrisponda ai tuoi interessi. 3) Connessioni locali e accesso privilegiato: Sun Pyramids Tours può offrirti opportunità uniche e accesso privilegiato ad attrazioni ed esperienze che potrebbero non essere facilmente accessibili ai viaggiatori indipendenti. 4) Pianificazione senza problemi: Sun Pyramids Tours può eliminare lo stress dalla pianificazione del tuo viaggio. Gestiamo tutta la logistica, compresi alloggio, trasporto e visite guidate, a prezzi competitivi... Rilassati e goditi la vacanza senza preoccuparti dei dettagli. 5) Soddisfazione del cliente: Sun Pyramids Tours è orgoglioso di fornire un eccellente servizio clienti e di garantire la soddisfazione del cliente. Si sforzano di soddisfare e superare le vostre aspettative, rendendo il vostro viaggio piacevole e memorabile. Aggiungi recensioni di trip advisor, recensioni di pagine Facebook, ecc. 6) Sicurezza e protezione: Sun Pyramids Tours dà priorità alla sicurezza e all'incolumità dei propri ospiti. Collaboriamo con partner fidati, rispettiamo le linee guida sulla sicurezza e forniamo supporto durante tutto il viaggio per garantire un'esperienza di viaggio sicura e confortevole.

Per saperne di più
29 Jan 2024, 09:00

Tempio di Abu Simbel

Tagliati sul fianco delle montagne dell'Egitto meridionale, i colossali templi di Abu Simbel sono uno dei tesori più spettacolari dell'Egitto. L'architettura dei templi di Abu Simbel presenta quattro colossi seduti di Ramesse II, il più grande alto 20 metri, a salvaguardia dell'ingresso. Famosi per le loro gigantesche statue del faraone, la loro posizione originale è stata accuratamente ricreata negli anni '60 dopo essere stata spostata più in alto a causa della costruzione dell'Alta Diga di Assuan. Storia del tempio di Abu Simbel Mentre le sabbie del tempo andavano alla deriva, i templi un tempo maestosi svanirono nell'oscurità. Il Grande Tempio, inghiottito da un'enorme duna di sabbia, si allontanò dalla memoria. Nel VI secolo a.C., la sabbia nascose le statue del tempio fino alle ginocchia, seppellendo la loro grandezza e la storia del Tempio di Abu Simbel . Gli europei rimasero ignari della sua esistenza fino al marzo 1813, quando un ricercatore svizzero di nome Johann Ludwig Burckhardt si imbatté nel piccolo tempio e intravide il fregio superiore del tempio principale. Dove si trova il tempio di Abu Simbel? Il tempio di Abu Simbel si trova nel villaggio di Abu Simbel nel Governatorato di Assuan dell'Alto Egitto, vicino al confine sudanese. La posizione del tempio di Abu Simbel si trova sulla sponda occidentale del lago Nasser, a circa 230 km (140 mi) a sud-ovest di Assuan (circa 300 km (190 mi) su strada). a quale faraone fu ordinato di costruire i templi di Abu Simbel ad Assuan? Commissionati dal faraone Ramesse II nel XIII secolo a.C., erano dedicati agli antichi dei egizi Ptah, Amon e a se stesso come forma di divinità del sole. Festival del Sole di Abu Simbel Il sole illumina il Tempio di Abu Simbel con uno straordinario allineamento solare durante gli equinozi, tanto che il 22 febbraio e il 22 ottobre di ogni anno ( Festival del Sole di Abu Simbel ), i raggi del sole nascente penetrano nei santuari interni e illuminano tre statue sulla parete di fondo, un vista impressionante. Essendo sia meraviglie architettoniche che monumenti al potere, i templi di Abu Simbel rappresentano l'apice delle conquiste artistiche e della vanità reale del Nuovo Regno, continuando a ispirare milioni di visitatori oggi. L'architettura dei templi di Abu Simbel Il design del tempio è una straordinaria vetrina della grandiosità dell'antica civiltà egizia. Questa imponente struttura è alta 30 metri e si estende per 35 metri di lunghezza. Appena entri, verrai accolto da quattro colossali statue raffiguranti Ramses il Grande seduto su un trono, alte 20 metri (65 piedi). Sotto queste imponenti figure, statue più piccole illustrano Ramses che sconfigge i nemici, onorando e proteggendo gli dei e la famiglia. Entrando troverai l'immagine di Ramesse II seduto su un trono, con indosso la doppia corona dell'Alto e del Basso Egitto. All'interno, tre sale consecutive si estendono per ben 56 metri (185 piedi). La sala ipostila, che vanta una larghezza di 16,7 metri e un'altezza di 18 metri, è sostenuta da otto massicci pilastri di Osiride, che simboleggiano Ramses come sovrano degli inferi Osiride e sottolineano la natura eterna del faraone. Nella camera centrale scoprirai statue che rappresentano vari dei, adornate con raffigurazioni del faraone, scene della sua vittoria nella battaglia di Kadesh nel 1274 a.C. (che segna il primo trattato di pace registrato nella storia) e altro ancora. Sulla facciata, una fila di 22 babbuini con le braccia alzate adora il sole nascente. Il santuario interno ospita i quattro dei seduti di Ramses II: Ptah (Dio della creazione), Amun (Il Dio Creatore) e Ra (Dio del Sole), che svolgono un ruolo centrale nella festa del sole. Non lontano dal grande tempio, 100 metri a nord-est, si trova il tempio di Nefertari, un affascinante capolavoro architettonico. Decorato con due gruppi di colossi separati da un grande portale, presenta due statue della regina e sei statue di suo marito, il re Ramses II, alte 10,5 metri (35 piedi). Queste statue rendono omaggio a "Hathor", la dea dell'amore, del fascino e della gioia, al falco del cielo Horus e a Maat, la dea della giustizia, tra gli altri. Le meraviglie infuse d'amore del piccolo tempio di Abu Simbel: L'incantevole Piccolo Tempio di Abu Simbel, un monumento all'amore e alla devozione, si trova a soli 100 metri a nord-est del grande tempio di Ramesse II. Questo luogo sacro onora la dea divina Hathor e la stimata regina Nefertari, l'amata consorte di Ramesse II. Sorprendentemente, si tratta solo del secondo caso negli annali storici dell'antico Egitto in cui un tempio è consacrato a una regina, facendo eco al precedente tributo di Akhenaton alla sua amata moglie reale, Nefertiti. Mentre ti avvicini, lasciati affascinare dalla facciata scavata nella roccia del tempio, abbellita da due maestosi gruppi di statue colossali, divise da un grande ingresso. Alte oltre 10 metri, queste impressionanti effigi raffigurano la coppia regale: Ramesse II e Nefertari. Fiancheggiando la porta, assistiamo alle duplici rappresentazioni del faraone: a sud, adornato dalla candida corona dell'Alto Egitto, e a nord, con l'illustre doppia corona, entrambe completate dalle eleganti figure della regina. Burckhardt ha condiviso la sua sorprendente scoperta con l'esploratore italiano Giovanni Belzoni, che si è avventurato nel sito ma ha faticato a portare alla luce un ingresso al tempio. Imperterrito nel rivelare la storia del Tempio di Abu Simbel , Belzoni tornò nel 1817 e ottenne trionfalmente l'accesso all'enigmatico complesso. Un vivido resoconto dei templi, accompagnato da disegni contemporanei, può essere trovato nella Descrizione dell'Egitto di Edward William Lane (1825–1828). La storia di Abu Simbel è una storia di perdita e riscoperta, dove la marcia incessante del tempo ha avvolto nell'oblio antiche meraviglie. Eppure, attraverso la tenacia degli esploratori e le pagine dei resoconti storici, lo splendore di questi templi è risorto, permettendoci di scrutare i segreti di un'epoca passata. Il trasferimento dei templi di Abu Simbel Perché il tempio di Abu Simbel ad Assuan è stato trasferito negli anni '60? Il trasferimento dei templi di Abu Simbel Nel 1959, fu una missione urgente che si svolse mentre l'innalzamento delle acque del Nilo minacciava le antiche reliquie della Nubia. La costruzione della Diga di Assuan rappresentava un grave pericolo per questi resti più meridionali di una gloriosa civiltà. Una campagna globale sostenuta dall’UNESCO si è mobilitata per salvare la storia del Tempio di Abu Simbel. Nel 1964, un audace team di archeologi, ingegneri e operatori esperti intraprese un'impresa senza precedenti. Con un budget di 40 milioni di dollari (equivalenti a 377,42 milioni di dollari oggi), hanno deciso di salvare i magnifici templi di Abu Simbel. Nel corso di quattro anni difficili, si è svolta un'impresa straordinaria. Pezzo dopo pezzo colossale, alcuni dei quali pesavano fino a 30 tonnellate (in media 20 tonnellate), i templi furono meticolosamente tagliati, smontati e messi in salvo. Questa audace impresa ha ampliato i confini dell'archeologia, mettendo in mostra l'ingegnosità dello spirito umano. Da dove hanno spostato il tempio di Abu Simbel? Il trasferimento dei templi di Abu Simbel e il nuovo sito, scelto con cura 65 metri più in alto e 200 metri indietro rispetto al fiume, divenne un santuario per queste antiche meraviglie. Sfidando il flusso incessante del Nilo, i templi di Abu Simbel si ergevano orgogliosamente nella loro nuova casa. Il salvataggio di Abu Simbel esemplifica l’impegno costante a preservare il nostro patrimonio umano comune. È una testimonianza della dedizione di coloro che si rifiutarono di lasciare che la storia del Tempio di Abu Simbel andasse perduta nel tempo. Questo straordinario risultato garantisce che le generazioni future possano continuare ad ammirare lo splendore di un’epoca passata. Come si arriva al Tempio di Abu Simbel ad Assuan? Se sei interessato a visitare la posizione del tempio di Abu Simbel , hai due opzioni: fare una gita di un giorno da Assuan o vederla durante un volo tra Il Cairo e Assuan. Ci sono tre modi per raggiungere Abu Simbel: volo di andata e ritorno da Assuan, terra da Assuan o tra Il Cairo e Assuan. Per favore fatemi sapere se avete bisogno di ulteriore aiuto; Spero che queste informazioni siano state utili. Quali sono i giorni migliori per visitare il Tempio di Abu Simbel ad Assuan ? I mesi migliori per visitare Abu Simbel sono gennaio, febbraio e dicembre quando il clima è moderatamente caldo e piacevolmente fresco. Il 22 febbraio si celebra l'Abu Simbel Sun Festival, che attira migliaia di turisti, quindi preparatevi a grandi folle. Prenota con diversi mesi di anticipo poiché questi mesi sono la stagione più impegnativa per il turismo, con prezzi più alti per hotel e biglietti aerei. Perché prenoto con Sun Pyramids Tours? Competenza ed esperienza: Sun Pyramids Tours vanta 53 anni di esperienza nel settore dei viaggi e del turismo. Itinerari personalizzati: Sun Pyramids Tours offre itinerari su misura per soddisfare le vostre preferenze. Che tu sia interessato a siti storici, immersione culturale o attività avventurose, possiamo progettare un tour che corrisponda ai tuoi interessi. Connessioni locali e accesso privilegiato: Sun Pyramids Tours può offrirti opportunità uniche e accesso privilegiato ad attrazioni ed esperienze che potrebbero non essere facilmente accessibili ai viaggiatori indipendenti. Pianificazione senza problemi: Sun Pyramids Tours può eliminare lo stress dalla pianificazione del tuo viaggio. Gestiamo tutta la logistica, compresi alloggio, trasporto e visite guidate, a prezzi competitivi... Rilassati e goditi la vacanza senza preoccuparti dei dettagli. Soddisfazione del cliente: Sun Pyramids Tours è orgoglioso di fornire un eccellente servizio clienti e di garantire la soddisfazione del cliente. Si sforzano di soddisfare e superare le vostre aspettative, rendendo il vostro viaggio piacevole e memorabile. Aggiungi recensioni su Trip Advisor, recensioni sulla pagina Facebook, ecc. Sicurezza e protezione: Sun Pyramids Tours dà priorità alla sicurezza e all'incolumità dei propri ospiti. Collaboriamo con partner fidati, rispettiamo le linee guida sulla sicurezza e forniamo supporto durante tutto il viaggio per garantire un'esperienza di viaggio sicura e confortevole.

Per saperne di più